Archivio di Maggio 2009

Riparte la campagna contro il piano terapeutico annuale per i farmaci contro il glaucoma

Martedì 19 Maggio 2009

GLI 800.000 PAZIENTI CON IL GLAUCOMA PERDONO LA PAZIENZA: RIPARTE LA CAMPAGNA DI PROTESTA DOPO DUE MESI DI STOP.

A 60 GIORNI DALLA PROMESSA FATTA DALL’AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco) DI AVVIARE CON URGENZA LA REVISIONE DELL’ATTUALE ASSURDO ITER PER IL RIMBORSO DEI FARMACI ANTI-GLAUCOMA (Nota 78 Aifa) GLI 800.000 PAZIENTI –ADESSO DAVVERO SPAZIENTITI- RIPRENDONO LA CAMPAGNA DI PROTESTA.

(18 maggio 2009) Avevano deciso di dare fiducia all’AIFA, confortati dall’impegno assunto formalmente il 16 marzo scorso dal Prof. Guido Rasi di rivedere con urgenza l’attuale prassi per il rimborso dei farmaci, ma adesso gli 800.000 pazienti di glaucoma hanno davvero perso la pazienza.

Dopo due mesi è calato di nuovo il silenzio e, mentre dall’AIFA non si hanno più notizie, i malati continuano a dover seguire quello che è da molti considerata una vera e propria corsa a ostacoli per ottenere dal SSN il rimborso di quei farmaci che, assunti a vita, tengono sotto controllo il glaucoma.

Ai pazienti non resta che riprendere la protesta, lanciando un nuovo accorato appello a quanti, sofferenti di glaucoma, devono fare i conti non solo con una delle malattie più devastanti, ma anche con una burocrazia assurda e opprimente. Unitevi alla nostra campagna!

Al fianco dei pazienti di glaucoma si schiera ancora una volta Per Vedere Fatti Vedere Onlus che ha lanciato la campagna di protesta il 12 marzo scorso attraverso il suo sito www.pervederefattivedere.it, sul quale sono stati rimessi a disposizione tutti i dettagli per inviare i messaggi di protesta tramite fax o e-mail all’AIFA e al Ministero della Salute.

Continua il prezioso sostegno alla campagna anche da parte dell’Associazione A.N.Fa.Mi.V. onlus del Friuli con l’obiettivo di coinvolgere il maggior numero di ospedali della propria Regione.

“Pur consapevoli delle attuali difficoltà economiche e delle restrizioni al budget di spesa sanitario non possiamo - spiega il Prof. Pasquale Troiano, Presidente di Per Vedere Fatti Vedere onlus - non tener conto dei dati allarmanti che ci giungono riguardo al crescente numero di pazienti glaucomatosi che non si sottopone correttamente alla terapia, condannandosi così alla cecità. Tenuto conto del crescente numero di persone in Italia over 65, della durata media di vita e dell’elevata percentuale di incidenza del glaucoma (che è dell’8% tra gli over 65), appare una scelta “miope” risparmiare adesso sulla spesa sanitaria nazionale per dover ben presto gestire un numero incalcolabile di persone non più autosufficienti perché prive della vista”.

Infatti, da una recente ricerca condotta da Laffi e coll. in Emilia Romagna – Regione che tra l’altro, per parola di Vasco Errani, portavoce delle Regioni alla Conferenza Stato Regioni, si vanta di essere al vertice nazionale della buona sanità, la percentuale dei pazienti che hanno smesso di curarsi dopo l’introduzione della Nota 78 può essere stimata attorno al 13%.

Per tutti i dettagli sulla Campagna e su come aderire si prega di visitare il sito www.pervederefattivedere.it

Per contattare Per Vedere Fatti Vedere onlus tel. 06-44361575 mail info@pervederefattivedere.it

Sito web www.pervederefattivedere.it.

Per ulteriori informazioni su Per Vedere Fatti Vedere onlus Tiziana Fattori cell. 335 8124639 oppure fattori@pervederefattivedere.it

Tai Chi Chuan per non vedenti e ipovedenti

Giovedì 14 Maggio 2009

Nel contesto del corso “Difesa personale e consapevolezza corporea” organizzato dall’ANFaMiV i Maestri Giuseppe Pozzessere ed Eduardo Ciavarella hanno prodotto un video con commento dettagliato dei movimenti della prima forma del Tai Chi Chuan stile Lao Tse Huzura.

Il filmato è stato realizzato con lo scopo di aiutare i nostri corsisti ad esercitarsi a casa e viene reso pubblico a beneficio di curiosi e amanti della disciplina.

Ecco i link.

Prima parte: http://www.youtube.com/watch?v=FOaTEGt2mkw
Seconda parte: http://www.youtube.com/watch?v=06VAYBG4H3w
Terza parte: http://www.youtube.com/watch?v=NxDSOjOoO5E
Quarta parte: http://www.youtube.com/watch?v=EH6OqlfSyAU

Buona visione!

Il Gazzettino FVG scrive sul corso “Difesa personale e consapevolezza corporea”

Giovedì 7 Maggio 2009

Il gazzettino FVG - giovedì 07 maggio 2008 - pag. IV - CRONACA

Lezioni antiaggressione per i ciechi con i sistemi di combattimento orientali

Due volte vulnerabile è già chi si trova a dover fronteggiare un handicap fisico grave, come i non vedenti, e cade nella trappola di un aggressore che lo sceglie proprio per la sua presunta debolezza.

È in base a queste considerazioni che è stato organizzato il “Corsi di difesa personale e consapevolezza corporea” dall’Anfamiv (Associazione nazionale delle famiglie dei minorati visivi), in collaborazione con la cooperativa Tangram e l’associazione sportiva Lao-Tse Ryu. Hanno aderito uomini e donne fino ai 60 anni e si sono avute richieste anche di persone in sedia a rotelle che non si sono al momento potute accogliere per problemi logistici ma che si cercherà di soddisfare in futuro. L’insegnamento impartito comprende il Tai Chi Chuan, arte della meditazione in movimento in Oriente, benefica dal punto di vista psicofisico (comprende movimenti lenti, simili a una danza) ma anche sistema di combattimento, e il Ju-Jitsu, la disciplina dei samurai.